manifesto

Crediamo che l’artigianato sia una storia, e come tale meriti di essere raccontata. E’ la nostra storia, la storia di ognuno.

Ogni oggetto nato dal sapere delle mani è parte di un racconto che ci lega a doppio filo alle emozioni e suscita in noi il senso della bellezza della funzione.

Anni Albers, tessitrice esponente del Bauhaus, diceva che essere creativi non è tanto il desiderio di fare qualcosa quanto l’ascolto di ciò che vuole essere fatto: la dettatura dei materiali.

ACUMI racconta l’artigianato da una prospettiva inconsueta, si mette dalla parte dei materiali e delle materie e rende visibili i metodi di esecuzione che scandiscono il tempo della creazione, il flusso che inizia con l’idea e arriva all’oggetto. L’artigiano e il designer sono gli interpreti di una storia che non ha mai smesso di essere scritta, che ha radici antichissime nelle necessità essenziali dell’uomo e che ancora oggi, con le nuove tecniche e tecnologie, rende possibile un futuro dai tratti più umani.

ACUMI è la piattaforma che mette al centro il tempo creativo che è fatto di ore, giorni e perfino anni, per far vedere la luce a un manufatto di buona qualità.

Per alcuni è un tempo lento, anti-industriale, non produttivo sul piano economico perché esclude la velocità e la serialità, per noi è l’unico tempo possibile, semplicemente perché è il tempo delle cose essenziali e perché crediamo che le nuove forme di artigianato, ibride di saperi tradizionali e digitali, uniscano tutta l’umanità attraverso una connessione emotiva universale.

E’ il nostro tempo, il tempo di ognuno, di chi fa e di chi apprezza il “ben fatto” e auguriamo a chiunque di riappropriarsene, fornendo su questo sito gli strumenti base per farlo: ispirazione e approfondimento ai curiosi e il dialogo aperto tra maestranze e makers su metodi e materie.

Con questo pensiero ci auguriamo di di allargare la nostra rete e i nostri orizzonti, invitando a partecipare chiunque condivida, con il cuore e il cervello, l’esperienza delle cose fatte con le mani.